Come creare un blog, promuoverlo e monetizzarlo? Tutto sul blogging.

Come creare un blog, promuoverlo e renderlo redditizio? In effetti, creare e gestire un blog è un processo complesso che può essere estremamente gratificante se fatto bene.

Come creare un blog, promuoverlo e renderlo redditizio? In effetti, creare e gestire un blog è un processo complesso che può essere estremamente gratificante se fatto bene.

Per guidarti in questo processo, ho creato questa guida pratica su come creare, promuovere e fare soldi con un blog, che sia un blog di viaggi, un blog di lifestyle o un blog di moda. Approfittatene!

1. Cos’è un blog?

Un blog è come una rappresentazione digitale del diario del blogger, dove si può scrivere di tutto ciò che di interessante accade nella propria vita, tra cui bellezza, cibo e cucina, viaggi, lusso, maternità, salute e fitness, e così via.

L’approccio al contenuto può essere diverso da un blog all’altro, poiché i blogger possono scegliere di coprire più aspetti possibili o di concentrarsi su uno degli argomenti menzionati sopra, che è una strategia migliore all’inizio.

2. Top blog e le loro storie di successo

Prima di discutere su come creare un blog, è una grande idea controllare i blog di successo là fuori per essere motivati. Qui ne ho selezionati alcuni che penso siano di grande ispirazione.

How to start a lifestyle blog?

Nel 2008, la vincitrice dell’Oscar come migliore attrice Gwyneth Paltrow ha creato una newsletter chiamata Goop, che poi ha trasformato in un blog di moda e stile di vita. Anche se il sito è considerato controverso, poiché sostiene teorie mediche e di guarigione che si dice non siano scientificamente provate, questo progetto ha guadagnato così tanta popolarità che ora ha creato il proprio show su Netflix.

Come creare un blog, promuoverlo e monetizzarlo?

Naturalmente, non si può parlare di blogging senza menzionare Chiara Ferragni, una delle icone della moda mondiale e imprenditrice molto conosciuta.

Con il nome di The Blonde Salad, Chiara ha iniziato il suo blog nel 2009, scrivendo di moda, bellezza, decorazioni per la casa, viaggi e così via. Da allora, ha vinto numerosi premi, è apparsa su riviste come Vogue ed Elle, e ha anche lanciato diverse linee di prodotti, sia in modo indipendente che in collaborazione con designer come Steve Madden.

3. Come creare un blog?

Finalmente arriva la roba seria. In questo capitolo parleremo con voi di come creare un blog e cercheremo di offrirvi le migliori soluzioni per quanto riguarda l’hosting web, i sistemi di gestione dei contenuti, i temi, i plugin, la creazione di contenuti e così via, sulla base delle nostre esperienze e competenze.

3.1. Scegliere un nome di dominio e un URL

Uno dei primi passi che devi fare è scegliere un nome per il tuo blog. Qui, hai diverse opzioni. Puoi usare il tuo nome attuale e farne un marchio personale, o inventare un nome che rappresenti il tuo stile.

Il mio consiglio è di trovare un nome che definisca chiaramente la tua storia. Inoltre, deve essere facile da capire e memorizzare, senza ortografie complicate, significativo o divertente. Infine, usa un po’ di flessibilità nel caso in cui tu possa essere interessato a scalare il business o addirittura a venderlo.

Fai una lista dei nomi che ti piacciono e vedi per quali puoi trovare domini disponibili. Il modo più semplice per controllare è usare Bluehost. Per quanto riguarda i domini, assicurati di ottenere il nome di dominio .com in modo da poter raggiungere meglio un giorno un pubblico mondiale.

Prima di fare una scelta definitiva, prova a chiedere un feedback ad amici e membri della famiglia che potrebbero essere simili alle persone a cui ti stai rivolgendo.

4.2. Ottenere un servizio di web hosting sicuro

Una volta che hai il nome, il passo successivo sarebbe quello di iscriversi a un servizio di web hosting. Io stesso ho scelto Bluehost e lo consiglierei anche ad altri, specialmente ai principianti, dato che offre sia un buon prezzo che ottime caratteristiche. Continuate a leggere per avere maggiori dettagli su questo servizio.

Nel frattempo, Bluehost ha uno svantaggio. La piattaforma ha solo un’interfaccia utente in inglese, che può essere scomoda.

Pertanto, se si desidera una soluzione con un’interfaccia utente italiana, e anche ottime funzioni e prezzi accessibili, si può andare con Siteground.

L’implementazione di Siteground è simile a quella di Bluehost, e dato che io stesso sto usando Bluehost, prenderò Bluehost come esempio per mostrarvi come creare un blog usando un host web.

How to start a lifestyle blog? Bluehost

Sono elencati alcuni vantaggi di lavorare con questo servizio. Se anche tu scegli Bluehost, assicurati di iscriverti attraverso il mio link in modo da poter ottenere un prezzo scontato a 3,95 dollari al mese (56% di sconto) invece dei normali 8,99 dollari al mese.

  • Un nome di dominio gratuito per un anno intero.
  • Una soluzione estremamente conveniente: Prezzo a partire da $3.95 / mese.
  • Una piattaforma intuitiva e facile da usare che non richiede alcuna conoscenza tecnica.
  • Installazione automatica di WordPress e aggiornamenti: Potrai godere di versioni aggiornate e sicure di WordPress facilmente.
  • Microsoft 365: Ti permette di creare account di posta elettronica professionali con il tuo nome di dominio.
  • Accesso a temi personalizzati per far risaltare il tuo blog.
  • Assistenza clienti 24/7: Molto importante per i principianti.

Per iscriversi, tutto ciò di cui hai bisogno sono le tue informazioni personali e una carta di credito. Il processo è abbastanza fluido e non sono necessarie molte conoscenze tecniche.

How to start a lifestyle blog? Bluehost pricing

Se fai clic sul link qui sopra, sarai indirizzato alla pagina dei prezzi come mostrato sopra, dove puoi vedere esattamente cosa sono inclusi in ogni pacchetto.

Un pacchetto base è raccomandato per i principianti, le caratteristiche includono 50 GB di storage, temi personalizzati, supporto clienti 24/7 (di nuovo, una caratteristica molto importante), dominio gratuito, CDN gratuito (per una maggiore velocità e migliori prestazioni della pagina web), e certificato SSL gratuito (per la sicurezza). Questo pacchetto è abbastanza sufficiente.

How to start a lifestyle blog? Bluehost domain names

Successivamente, sarete guidati a scegliere un nome di dominio. Basta compilarlo, la piattaforma controllerà se il nome di dominio è disponibile. Se non lo è, potresti voler passare a un’alternativa.

accountinfo min

Dopo aver scelto un nome di dominio disponibile, compila le informazioni del tuo account, le informazioni del pacchetto e le informazioni di pagamento, invia e modulo e hai finito!

submit min

Sì, sta arrivando. Dopo aver inviato il modulo sarai indirizzato alla pagina di login. Come primo utente, devi creare un account invece di accedere come faccio io.

createanaccount min

Sei pronto ad aprire un blog con Bluehost? Assicurati diiscriverti attraverso il mio link in modo da poter ottenere un prezzo scontato a 3,95 dollari al mese (56% di sconto) invece dei normali 8,99 dollari al mese.

4.3. Installare WordPress

Il modo più semplice e più popolare per iniziare un blog è usare WordPress, un sistema di gestione dei contenuti/ CMS famoso in tutto il mondo. È gratuito, reattivo, facile da usare e mantenere, una scelta eccellente per blog e siti web di e-commerce.

Installare WordPress in Bluehost è molto facile, dal momento che la piattaforma offre l’installazione automatica di WordPress e gli aggiornamenti, come menzionato sopra.

installwordpress min

Tutto quello che devi fare è cliccare su My Sites nel pannello di controllo di Bluehost, cliccare su Add site, e poi inserire le informazioni necessarie sul dominio che hai appena scelto.

inforaboutdomain min

Inserisci qui le informazioni sul tuo dominio scelto, e poi nel passo successivo clicca su Installa WordPress. L’installatore impiegherà un paio di minuti per completare l’applicazione.

backendwp

E poi sarete diretti al backend di WordPress nel pannello di amministrazione. Qui è dove avviene la magia. Puoi gestire il tuo sito, creare e pubblicare contenuti, installare e aggiornare plugin, leggere o cancellare commenti e, naturalmente, fare soldi.

Sei pronto a creare un blog con Bluehost? Assicurati diiscriverti attraverso il mio link in modo da poter ottenere un prezzo scontato a 3,95 dollari al mese (56% di sconto) invece dei normali 8,99 dollari al mese.

4.4. Scegliere un tema

Trovare un buon tema WordPress è a volte come trovare un film su Netflix, poiché con così tante opzioni, si potrebbe finire per navigare per ore. Oltre all’estetica, esistono attributi tecnici necessari che devi cercare in un buon tema WordPress:

SEO-amichevole/ SEO- friendly

Questa è la caratteristica più importante a cui devi prestare attenzione, poiché in seguito il SEO gioca un ruolo essenziale nel successo del tuo blog di lifestyle. Tratteremo questo argomento in dettaglio nel capitolo Come promuovere il tuo blog. Infatti, per controllare se il codice di un tema è SEO-friendly, puoi farti aiutare da W3C Markup Validation.

Pulito, leggero e ottimizzato

Questo è per garantire un tempo di caricamento della pagina veloce. Il modo migliore per ottenere è fare una configurazione di prova prima di effettuare l’acquisto.

Personalizzabilità

La capacità di apportare modifiche al tema e garantire che soddisfi le vostre esigenze e requisiti. Questo è necessario perché un giorno vorrete personalizzare il vostro blog.

Responsive e mobile-friendly

Questa caratteristica è importante al giorno d’oggi, dal momento che il 92,6% degli utenti di Internet vanno online attraverso dispositivi mobili almeno una volta. Infatti, il tuo tema dovrebbe adattarsi a diverse risoluzioni e dimensioni dello schermo per offrire un alto livello di leggibilità.

4.5. Installare alcuni utili plugin WordPress

La cosa meravigliosa dei blog WordPress è che possono essere migliorati con diversi plugin per portare funzionalità aggiuntive al tuo sito web. In breve, un plugin è una porzione di codice che fornisce determinate funzionalità a una pagina già esistente.

Al fine di scegliere un plugin di alta qualità, è necessario eseguire alcune diligenze. Per esempio, controllare lo sviluppatore, leggere le recensioni del plugin attuale e vedere quante volte è stato installato e assicurarsi che sia aggiornato regolarmente.

Qui ho una lista di plugin consigliati che trovo utili.

  • SEO- Rank Math: Un plugin che consente l’ottimizzazione per i motori di ricerca, permettendo di creare post e pagine SEO- friendly.
  • Velocità della pagina – Autoptimize: Un plugin che rende più facile il caricamento del tuo sito web, in quanto consente il caching e ottimizza i file CSS e JS.
  • Compressione delle immagini – Smush.
  • CDN- Cloudflare.
  • Affiliant marketing: Pretty Links.
  • Lingua: Polylang: Sì, se stai andando a livello internazionale!

5. Come creare grandi contenuti?

Dopo aver imparato come creare un blog, ora dobbiamo vedere come creare grandi contenuti. Fondamentalmente, creare ottimi contenuti significa fare ricerche per vedere a cosa sono interessati gli utenti e cosa funziona. Ci sono alcuni requisiti da soddisfare per creare un buon contenuto.

SEO friendly

Fare ricerche sulle parole chiave per controllare i volumi di traffico e le difficoltà di posizionamento, utilizzando strumenti come Ahrefs, e poi distribuirle strategicamente nei tuoi contenuti, ottimizzare URL, titoli, meta descrizioni, tag, immagini, link e così via, utilizzando Rank Math. Naturalmente, il SEO è molto più complicato di questo. Tratteremo questo argomento in un altro articolo.

Facile da leggere

Usa sottotitoli e paragrafi brevi per rendere il tuo contenuto leggibile.

Rendilo lungo e approfondito

La lunghezza media dei primi 10 articoli classificati nei motori di ricerca è di circa 2000 parole. In effetti, i vostri articoli devono essere sia informativi che divertenti per ottenere un buon posizionamento, poiché i visitatori così come i motori di ricerca apprezzeranno solo i buoni contenuti che raccontano storie, offrono approfondimenti, ispirazioni o intrattenimento.

Pubblicare frequentemente

Idealmente 4 articoli/mese. Aggiornare il tuo blog frequentemente aiuta i motori di ricerca a capire che il tuo sito è mantenuto con cura.

Rimani fedele al tuo stile

Infine, qualunque cosa tu stia scrivendo, dovresti sempre rimanere fedele al tuo stile ed esprimere la tua personalità. Questo è ciò che ti differenzia dagli altri blogger.

6. Come promuovere il tuo blog?

Questa è in realtà la parte più importante e anche la più difficile della nostra guida su come creare un blog. In effetti, ci sono milioni di blog là fuori. Come può il tuo distinguersi?

Sicuramente alcune tecniche per aiutare il tuo blog a guadagnare popolarità velocemente e beneficiare di un pubblico più ampio. Ecco un confronto di base di ogni metodo. Continua a leggere per maggiori dettagli.

  • Il SEO porta un traffico enorme nel tempo, ma si basa molto sul contenuto di qualità.
  • L’email marketing presenta i più alti tassi di conversione, ma bisogna prima ottenere una lista di email.
  • La pubblicità a pagamento è costosa ma porta traffico rapidamente.
  • La pubblicazione sui social media richiede un pubblico.

6.1. SEO/ Ottimizzazione dei motori di ricerca per enormi volumi di traffico sostenibile

Il modo migliore per generare enormi quantità di traffico e lead è il SEO. Aiuta il nostro blog a posizionarsi al primo posto nei motori di ricerca quando i potenziali clienti cercano determinati contenuti e digitano parole chiave mirate. Infatti, il 75% delle persone scorrono solo la prima pagina di una ricerca su Google e la maggior parte di loro clicca solo sui primi 3 risultati.

Per ottenere questo, dobbiamo mostrare ai motori di ricerca che siamo un grande affare attraverso l’ottimizzazione dei motori di ricerca con l’aiuto di contenuti di alta qualità.

6.2. Guest posting per ottenere backlink e un po’ di traffico

I backlink sono una cosa molto importante per il ranking organico. Servono come upvotes per la qualità e la popolarità del tuo blog, specialmente quelli da domini di alta autorità. Più sono, meglio è.

Ma ora arriva il nocciolo duro. I domini ad alto rating o ad alta autorità non danno mai facilmente do follow backlink. La possibilità di ottenerne uno da quei siti web è che, o si viene citati da loro, o si scrive per loro inserendo nell’articolo un backlink al vostro blog. Quest’ultimo è quello che chiamiamo “guest posting”.

Fondamentalmente, fare guest posting significa raggiungere domini di alta autorità con un Domain Rating di 50+ (usa Ahrefs per verificare), o un Domain Authority di 40+ (usa MOZ per verificare), chiedere se accettano guest post, scrivere contenuti in base alle loro linee guida e infine, ottenere un backlink.

Puoi farlo da solo, o assumere un freelance per fare outreaching per te, o esternalizzarlo completamente ad un’agenzia di backlink building. Abbiamo trattato questo argomento in un altro articolo, controlla qui.

6.3. Marketing sui social media

I social media hanno un pubblico ampio e coinvolgente, che è particolarmente interessato al contenuto visivo. Pertanto, avere una forte presenza sui social media è molto utile per ottenere traffico e conversioni per il tuo blog. Le piattaforme consigliate includono Pinterest (Sì! Una prima scelta per molti blogger), Instagram, Facebook e TikTok.

6.4. Email marketing

L’email marketing presenta i più alti tassi di conversione, ma dobbiamo prima ottenere una lista di email. Dopo aver ottenuto una lista, possiamo usare l’email marketing per raggiungere i lettori e aggiornarli sui nuovi articoli e progetti.

6.5. Annunci a pagamento

La pubblicità è facile e fattibile. Se avete soldi extra allora continuate a farlo. Provate per 3 settimane e fate un po’ di contabilità, cioè costi, tassi di click through, tassi di conversione (avete accesso a tutti questi dati in piattaforme pubblicitarie come Google Adwords e Pinterest), per vedere se è conveniente per voi o no.

La pubblicità aiuta a raccogliere informazioni sul tuo target potenziale e a ricevere un feedback sul contenuto, i prodotti o i servizi che stai cercando di fornire.

Ma la pubblicità non è un modo per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca o portare traffico organico al tuo sito web. Usando questo metodo otterrete un numero limitato di clic, secondo il budget. Col tempo i costi aumenteranno e il traffico il contrario.

Naturalmente, per far sì che il vostro blog di lifestyle ottenga la maggior trazione possibile, dovreste usare tutte le vostre risorse disponibili e condividere i vostri articoli con amici, membri della famiglia e chiedere un feedback. Saresti sorpreso di vedere come il passaparola può aiutare un buon contenuto a diffondersi.

Dopo aver letto tutti i metodi per promuovere un sito web, sei pronto a creare un blog con Bluehost? Se sì, assicurati di iscriverti attraverso il mio link in modo da poter ottenere un prezzo scontato a 3,95 dollari al mese (56% di sconto) invece dei normali 8,99 dollari al mese.

7. Come monetizzare il tuo blog?

Dopo aver imparato a creare un blog, monetizzare il tuo blog diventa ora l’obiettivo finale. Se questo è il tuo caso, allora ci sono alcune cose che devi prendere in considerazione fin dall’inizio:

7.1. Campagne incentrate sul marchio

I marchi amano lavorare con i blogger e gli influencer per raggiungere un pubblico più ampio e di solito sono molto generosi sulle commissioni. Per ottenere questo, dovete essere il tipo di blogger con cui i marchi vogliono essere associati. Vale a dire, dovete avere una grande reputazione e fornire contenuti di alta qualità. Prima di contattarli, potresti iniziare promuovendo prodotti gratuitamente, condividendo le tue liste di beauty go-tos, ristoranti o vestiti.

7.2. Test e recensioni di prodotti

Questo significa essere pagati per provare, recensire e pubblicare contenuti su prodotti di cui sei esperto e interessato. Il consiglio qui è di essere onesti. Non esagerare con le lodi o essere troppo duro. Dopo tutto, la tua priorità dovrebbe essere quella di sviluppare buoni contenuti che i tuoi utenti apprezzano e trovano utili.

7.3. Marketing di affiliazione

Il marketing di affiliazione funziona nel seguente modo: Il blogger, o l’affiliato in questo caso, pubblica il contenuto e invia il traffico ad un inserzionista e riceve una piccola commissione, se il traffico converte. I programmi di affiliazione popolari includono Amazon Associates, Awin (Etsy, Farfetch), ShareASale, eBay Partner Network e così via.

7.4. Pubblicità

Piazzare pubblicità è l’ultima opzione per monetizzare il tuo blog, in quanto influenza l’esperienza degli utenti e non porta soldi decenti. Detto questo, se insisti nel farlo, puoi vendere spazi sul tuo blog direttamente alle marche o iscriverti a Google Adsense, uno strumento che piazza automaticamente gli annunci sul tuo sito web.

8. Consigli extra su come creare un blog

Disciplina e coerenza: Lavora secondo un piano e pubblica costantemente contenuti di alta qualità. Se smetti di mantenere per un po’, le classifiche scenderanno e il tuo cuore sarà spezzato.

Analizza regolarmente le performance usando strumenti come Google Analytics e Ahrefs per valutare il tuo blog e ottenere risultati migliori nel tempo.

Sentiti libero di esternalizzare parte del tuo lavoro. Sarà difficile fare tutto da soli, specialmente quando il lifestyle blogging è solo un lavoro part time per voi.

Passione! Sì, imparare a creare un blog è difficile e, quando fai le cose con passione, gli utenti possono capire e condividere il tuo entusiasmo.

Alcune domande da fare prima di scrivere un blog: Devo creare un blog?

Sei appassionato di contenuti? Conosci le ultime tendenze, i luoghi più hypest, ti piace viaggiare e condividere le tue esperienze con gli altri? Se sì, forse ti stai ponendo una domanda molto importante: “Devo creare un blog?”. La risposta dipende da diverse domande che devi prendere in considerazione:

Sei una persona curiosa?

Quando hai un blog, parti dalla premessa di fornire contenuti interessanti e attraenti; quindi, la curiosità e la passione sono essenziali. Cioè, cercare di scoprire nuove cose, luoghi e persone, rimanere aggiornati su ciò che accade nel mondo circostante sono estremamente importanti per un blog di successo.

Sei disposto a condividere?

Se senti di voler condividere le tue esperienze e opinioni attraverso il blogging, che potrebbe aiutare a educare, fare la differenza o aggiungere qualcosa al panorama generale, ti invito a continuare a leggere.

Hai tempo per gestire un blog?

Molti blogger hanno iniziato la loro carriera di blogger senza dargli molta importanza. Ma se sei interessato a trasformare il tuo blog in una fonte di reddito, allora devi investire una certa quantità di tempo ed energia.

Ti piace creare grandi contenuti?

Bloggare non significa solo ottenere le informazioni, ma anche fornirle in modi che catturino le persone e facciano loro chiedere di più. Questo è il motivo per cui essere un narratore e spesso un fotografo è molto utile per il blogging. Detto questo, puoi sempre affidare parte del tuo lavoro a dei professionisti, se necessario.

Vuoi guadagnare soldi extra?

Ci sono diversi modi per fare soldi con il blogging, tra cui il marketing di affiliazione, contenuti sponsorizzati e partnership, pubblicità e così via. In effetti, dato che il blogging copre quasi tutto nella vita quotidiana, ci sono meno limiti su come monetizzarlo rispetto ad altre categorie.

Se hai risposto alle domande di cui sopra e vuoi ancora imparare come creare un blog, allora congratulazioni. Questa guida è stata scritta per te.

Conclusione su come creare un blog

Ora, avete i suggerimenti e i trucchi che vi permetteranno di iniziare il vostro viaggio nel mondo del blogging e di prepararvi alla monetizzazione. Tutto quello che devi fare è iniziare a creare contenuti. Buon blogging di lifestyle!

Grazie ancora per aver letto questo articolo su come creare un blog. Spero che abbiate trovato tutte le informazioni necessarie. Sentitevi liberi di commentare qui sotto o di controllare altri articoli che abbiamo scritto su business, marketing e finanza.